Valutate voi se è Putin il cattivo – dati 2017



Condividi sui social!

Spese militari 2017 – E’ Putin il cattivo?

Stati Uniti, Cina, Arabia Saudita, India e Russia sono i paesi che in valore assoluto hanno investito di più in spese militari nel 2017. Ma Mosca, in realtà, le ha diminuite per la prima volta dal 1998, mentre negli Usa, che continuano a registrare il livello più elevato al mondo, sono rimaste stabili per il secondo anno consecutivo. Pechino ha speso invece 228 miliardi di dollari, registrando così un incremento del 5,6%. A tracciare il quadro è l’Istituto Internazionale di Stoccolma per le Ricerche sulla Pace che ha presentato oggi il suo ultimo rapporto, dal quale emerge che nel 2017 le spese militari complessive hanno toccato 1.739 miliardi di dollari, in crescita dell’1,1% rispetto al 2016.

Nell’Unione Europea è la Gran Bretagna a spendere di più, seguita da Francia, Germania ed Italia, che è al 12esimo posto.

Il 60% del totale delle spese militari mondiali sono fatte da 5 paesi:  Stati Uniti, Cina, Arabia Saudita, India e Russia. Ma vediamo nel dettaglio le spese per ogni singolo paese. Nella classifica mondiale al primo posto si collocano ancora gli Stati Uniti con spese militari pari a 610 miliardi di dollari. In Cina le spese militari sono aumentate del 5,6% raggiungendo i  228 miliardi di dollari spesi. La quota delle spese cinesi militari a livello mondiale è passato dal 5,8% nel 2008 al 13% nel 2017. L’India, invece, ha speso 63,9 miliardi di dollari nel 2017 incrementando cosi del +5,5% rispetto al 2016 mentre in Corea del Sud le spese aumentano di 1,7%.

Con 66,3 miliardi di dollari spesi nel 2017, la Russia taglia del 20% rispetto al 2016 le sue spese militari.

L’Arabia Saudita ha registrato spese in crescita del 9,2%. Anche in Iran (+19%) e in Iraq (+22%) si sono registrati forti aumenti. L’Italia si colloca al dodicesimo posto (era all’undicesimo nel 2016) con 29,2 miliardi di dollari. Molti potrebbero dire che è un calo invece no. Le abbiamo aumentate eccome, siamo scesi nella classifica di una posizione solo perché il Brasile ha speso 100 milioni in più di noi e ci ha superato.

Comments are closed.