Ma quanto ci costa Lucia Annunziata ?



Condividi sui social!

MA QUANTO CI COSTA LUCIA ANNUNZIATA ?

Non è una novità: Siamo in un periodo di crisi conclamata e persistente, le famiglie devono stringere la cinghia e fare anche qualche salto mortale per far quadrare i conti a fine mese. E come sapete anche il canone Rai va a sommarsi alle bollette da pagare. Ora, amici voglio farvi una domanda: è da populisti indignarsi per i compensi stratosferici dei presentatori tv?

Tutti hanno parlato di Carlo Conti, ma noi abbiamo una notizia ancora più interessante, che non è passata sotto i riflettori.

Molti di voi penseranno a Vespa, a Fazio, forse qualcuno alla Gabanelli … E invece no! La giornalista più pagata al mondo è LUCIA ANNUNZIATA. Interrogata telefonicamente sull’argomento l’Annunziata aveva avuto il coraggio di affermare che il cronista non doveva prendersela con i lavoratori interni alla RAI, ma bensì con gli appalti esterni! Perché, a suo dire, il 60% dei servizi sarebbe dato in appalto, mentre il suo programma In 1/2 ora è un prodotto interamente Rai, prodotto usando risorse interne, per poi partire al contrattacco, minimizzando l’entità degli stipendi sul bilancio complessivo della  RAI. Concludeva il monologo dicendosi d’accordo alla pubblicazione dei compensi … Insomma altro che Annunziata, lei è praticamente Immacolata! Però quanto realmente guadagna, al cronista, non lo dichiara ..

Siete curiosi? Ve lo diciamo noi quanto guadagna l’Annunziata, o meglio quanto percepisce dalla RAI:  460 mila euro annui per “In mezz’ora”, programma che va in onda ogni domenica alle 14,30 su Rai3. La cifra in se stessa non sembra esorbitante in confronto a certi compensi astronomici a cui la Rai ci ha abituato. Ma se consideriamo che, in un anno, sono 35 puntate  di mezz’ora  , in totale sono 17 ore e mezza all’anno di trasmissione! Se volessimo fare una provocazione, potremmo dire che 460.000 € all’anno per 17 ore e mezza di lavoro, sono circa 26.300 € all’ora. Insomma se l’Annunziata lavorasse 8 ore al giorno prenderebbe circa

210.000 € al giorno, più di un milione a settimana! Se vogliamo esagerare fanno 4 milioni e mezzo di euro al mese!!!!! Insomma, siamo fortunati che il programma duri solo mezz’ora, pensate se durasse 2 o 3 ore!;  

E senza contare, che l’Annunziata percepisce anche uno stipendio come direttore del sito Huffington Post.

Ma quali doti miracolose ha l’Annunziata? Una giornalista cresciuta nei giornali di sinistra, che ha fondato la sua carriera sulla proclamazione dell’ideologia di partito? Avete mai sentito l’Annunziata contraddire pesantemente qualche esponente di partiti amici? Ha mai sbugiardato le balle che i politici, a lei vicini, raccontavano durante le sue interviste?

Vi ricordiamo che, l’Annunziata, fa anche parte del Comitato di indirizzo di Italianieuropei, una fondazione politica capitanata da d’Alema, insieme a Francesco Boccia, Gianni Cuperlo,Anna Finocchiaro e tante altre belle personcine

Noi crediamo che i giornalisti dovrebbero essere i cani da guardia della politica e del potere non il pelouche sopra i comodini dei potenti di turno oppure addirittura socio in fondazione proprio come la nostra annunziata. In questo caso parliamo di propaganda di partito, non certo di giornalismo

Certo l’Annunziata non è l’unica a percepire cifre astronomiche. tra i più pagati di mamma rai nel 2016 spiccano: Antonella Clerici, che tra Prova del cuoco e Ti lascio una canzone prende 3 milioni in due anni. Bruno Vespa aveva un minimo garantito da 1,8 milioni, ma ne ha incassato uno di più. Flavio Insinna per Affari tuoi su Rai1 incassa 1,2 milioni a stagione. Piero Angela ha un contratto da 1,8 milioni per 4 anni in scadenza … Potremo andare avanti a lungo ma iniziamo a sentirci male …

Tanto per fare un paragone, Barak Obama, l’ex Presidente degli Stati Uniti d’America guadagnava 400.000 dollari all’anno, circa 380.000 €

Noi crediamo che la Rai, proprio perché servizio pubblico, dovrebbe innanzitutto perseguire scopi culturali oltre che commerciali, il tutto perseguendo principi di buona amministrazione e parsimonia.

La RAI in quanto  televisione pubblica dovrebbe avere dei tetti massimi degli stipendi drasticamente inferiori a quelli attuali. Qualcuno obietterà: “Ma poi quelli bravi vanno sulle reti private!”. Meglio! Ci sarà spazio per nuovi volti e tanti bravissimi conduttori, artisti e giornalisti, che svolgerebbero il ruolo con grande impegno ed entusiasmo, accontentandosi di stipendi molto più umani.

P,S. ah .. comunque ricordatevi che la TV è già morta, il futuro è qui sul Web, ciao.

Comments are closed.